MATRICI QUANTICHE

Matrice quantica, o matrice energetica, dal nome del metodo ideato da Richard Bartlett, è la matrice in cui siamo immersi e che collega tutti gli esseri viventi. La scienza oggi la definisce campo del punto zero, la mistica usa il termine Akasha.
Un essere vivente è un punto nella matrice con una particolare configurazione bio energetica che è l'insieme del suo psico soma, attuale e potenziale. Scambiamo continuamente informazioni ed energia con la matrice alla base della materia e le matrici che ci costituiscono. Queste matrici hanno una duplice esistenza, sono simultaneamente attuali e potenziali, esattamente come descritto dalla fisica quantistica: la natura ondulatoria e corpuscolare della materia sposta la determinazione dello stato osservabile della materia sull'oggetto osservatore cioè sulla coscienza.

Facendo leva su questi principi, le terapie quantistiche e in particolare la naturopatia basata sulle matrici, riportano il corpo e tutta la sua configurazione somato-emozionale, ad accedere alle soluzioni potenziali disponibili ma non ancora utilizzate.
Qualsiasi evento nella nostra esistenza implica uno scambio di informazione ed energia che informa tutto il nostro sistema su come funzionare e quali risorse utilizzare a livello sia fisiologico, bio chimico, che psico energetico. Quando il corpo sviluppa un disequilibrio, la comunicazione info-nergetica fuori e dentro al corpo non è più funzionale e richiede un cambiamento.

E' possibile innescare questo cambiamento utilizzando leggeri tocchi su punti del corpo che rappresentano le configurazioni delle matrici bio energetiche, portandole in uno stato di riprogrammazione e accesso a risorse potenziali inutilizzate. La fisiologia del corpo fa da interfaccia per le matrici che stanno alla base della configurazione di organi e sistemi.

La seduta dura circa 1 ora e prevede un colloquio iniziale, un'analisi kinesiologica della fisiologia e della comunicazione tra il sistema nervoso e gli organi, una scanerizzazione energetica dei punti del corpo che permettono accesso alle matrici, infine la riprogrammazione delle matrici, attraverso semplici e leggeri tocchi che innescano oscillazioni e movimenti spontanei del corpo.